Estate 2023: centri estivi spaziali

Condividi su:

8 Comuni, 24 settimane, 432 bambini/e dai 7 ai 13 anni sono i numeri dei centri estivi gratuiti di “Spazi Infiniti” svolti quest’estate nel Valdarno aretino e fiorentino con l’obiettivo di favorire l’inclusione e la partecipazione attiva dei più piccoli. Il progetto è finanziato da “Con i Bambini”, soggetto gestore del Fondo per il contrasto alle povertà educative.

Le educatrici e gli educatori della cooperativa LeGO in collaborazione con Arca, i comuni, le scuole, le organizzazioni culturali partner del progetto e tanti altri soggetti del territorio, hanno creato ambienti educativi sicuri e stimolanti per i/le bambini/e dove socializzare, imparare e divertirsi insieme attraverso laboratori tematici, dalla rigenerazione della natura a quella urbana, dall’era dei dinosauri al giro del mondo contemporaneo, dalle emozioni ai sogni.

Comune di Bagno a Ripoli 

3 settimane, 60 bambini e bambine della scuola primaria, al centro di tutto le emozioni. Tanti laboratori, sport e attività ludiche all’insegna della condivisione e dello stare insieme in spensieratezza. Le esperienze si sono concluse in un momento di incontro con i genitori, i bambini e le bambine hanno messo in scena episodi fantastici e realistici sulle emozioni provate durante la partecipazione attiva alle attività e che avevano rielaborato con una riflessione guidata dalle educatrici e dagli educatori.

Comune di Montevarchi

3 settimane, 30 bambini e bambine della scuola primaria, tante avventure. Per lavorare sul tema dell’ambiente e della natura, i bambini con gli educatori hanno piantato semini, giocato con gli elementi naturali, riciclato gli scarti, sperimentato l’orienteering e la rigenerazione urbana nel quartiere di Sant’Andrea. Poi hanno fatto un salto indietro nella storia, all’Era dei dinosauri poi nell’Antico Egitto, hanno simulato uno scavo archeologico e visitato il Museo Paleontologico con gli esperti dell’Accademia Valdarnese del Poggio. Sono state giornate in movimento, piene anche di giochi in squadra, attività ricreative e rinfrescanti bagni in piscina.

Comune di Figline e Incisa Valdarno

2 settimane, 58 bambini e bambine della scuola primaria e la preziosa collaborazione dell’Associazione Anelli Mancanti Valdarno che ha realizzato il laboratorio “I Giochi del Mondo”, un viaggio emozionante attraverso culture, tradizioni e giochi di paesi lontani e vicini. 

Comune di Pontassieve

Per 3 settimane, 61 bambini e bambine della scuola primaria, si sono divertiti tra giochi d’acqua, sport e movimento, educazione ai media, laboratori creativi e grafico-pittorici.

Comune di Reggello 

3 settimane, 86 bambini e bambine hanno compiuto “Il giro del mondo in 5 continenti” alla scoperta di paesi dai più vicini ai più lontani, attraverso giochi e attività educative per avvicinarsi a ciò che sembra lontano. Il necessario? Fantasia, compagni di viaggio e un paio di scarpe comode. Tra i diversi mezzi per viaggiare, due ore al giorno di laboratorio teatrale in collaborazione con il Teatro Excelsior di Reggello. 

Comune di Rignano sull’Arno 

2 settimane, 61 bambini e bambine della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado hanno partecipato alle “Olimpiadi dei mostri”: giochi e attività creative per imparare a fare squadra con il proprio mostriciattolo interiore e scoprire che non fa così paura se diventa un alleato. Lo spazio per esprimersi in modo autentico e creativo si è allargato poi con il laboratorio teatrale a cura dello staff del Teatro Excelsior di Reggello.

Comune San Giovanni Valdarno

“Sotto lo stesso cielo” 40 bambini e bambine della scuola primaria hanno sperimentato per due settimane tanti e diversi linguaggi espressivi con lo stesso filo conduttore, il cielo. Lo abbiamo scelto perché i bambini e le bambine potessero apprendere attraverso il gioco cooperativo, i valori della condivisione, dello stare insieme senza competizione, del sentirsi vicini, ognuno con la propria diversità. Tra le attività: un laboratorio musicale-teatrale a cura di Diesis Teatrango Compagnia Teatrale, la costruzione di un binocolo speciale in grado di mettere a fuoco sogni e desideri, quiz stellari e giochi di Kim per allenare la memoria, bolle di sapone per solleticare l’ingegno e l’immaginazione.

Comune di Terranuova Bracciolini

Due settimane sotto “Sotto lo stesso cielo” al CIAF e allo Skate Park: insieme a Diesis Teatrango Compagnia Teatrale, 22 bambini e bambine che frequentano la Scuola Media hanno imparato a raccontare e raccontarsi attraverso la tecnica del Teatro di carta, stimolati alla condivisione di esperienze personali e all’ascolto attivo, con divertimento e confronto sulle tematiche emerse. 

La voce dei genitori, due testimonianze

“Mio figlio ha trovato un ambiente stimolante, con educatrici inclusive e preparate e un’offerta di attività comprendente laboratori sulle emozioni, educazione ambientale, sport, giochi d’acqua e molto altro. […] Ma vi rendete conto che opportunità (e anche sollievo economico!) rappresentano per famiglie con più figli e senza la possibilità di aiuti/supporti nei lunghi tre mesi di vacanze estive?”

“Se ci fosse un TripAdvisor dei centri estivi voi avreste il massimo delle stelle!!! SI, sento il bisogno di dirlo perché son sempre tutti bravi a fare reclami ma bisogna prendere il megafono anche quando le cose vanno bene anzi benissimo. Non solo la bambina ha voluto subito iscriversi anche alla seconda settimana, ma è tornata OGNI giorno TUTTI i giorni, carica di ENTUSIASMO e di un bagaglio giornaliero che l’ha arricchita e questo grazie a VOI.”

Grazie alle educatrici e agli educatori, a chi ha collaborato, ai genitori e a tutti i bambini e le bambine che hanno partecipato.